Dubitinsider

for your information

agosto. 31, 2000 Citing Citando il Primo emendamento, l’American Civil Liberties Union sta difendendo un gruppo che sostiene la pedofilia contro una causa civile intentata dalla famiglia di un ragazzo del Massachusetts molestato e ucciso.

I genitori di Jeffrey Curley, 10 anni, hanno intentato una causa per omicidio colposo chiedendo danni alla North American Man / Boy Love Association (NAMBLA) per lo stupro e l’omicidio del loro figlio nel 1997. Un altro imputato nella causa è il provider Web, Verio Inc., per ospitare il sito Web NAMBLA.

La causa accusa NAMBLA di incitare l’omicidio e lo stupro di Jeffrey per mano di Charles Jaynes e Salvatore Sicari attraverso la sua letteratura e il suo sito Web — che ora è offline. Entrambi gli uomini sono stati condannati per aver ucciso Jeffrey in processi separati e stanno scontando ergastoli.

Secondo la tuta di Curley, Jaynes era un membro di NAMBLA sotto un alias al momento dell’uccisione. Jaynes, dicono i querelanti, aveva visto il sito Web NAMBLA poco prima dell’omicidio. NAMBLA letteratura che mostra i membri come guadagnare la fiducia dei bambini, ottenere l ” accesso ai bambini a livello nazionale, ed evitare che la polizia indagare casi di pedofilia sono stati trovati anche in auto e appartamento Jaynes’, la causa sostiene.

Mirato per le credenze

I funzionari ACLU dicono che NAMBLA nega di incoraggiare lo stupro e l’omicidio di chiunque.

Secondo l’ACLU, la tuta è progettata per soffocare la diffusione delle credenze impopolari del gruppo: sostenere relazioni sessuali consensuali tra uomini e ragazzi adulti e abolire le leggi sull’età del consenso che classificano il sesso adulto con bambini come stupro. Inoltre, NAMBLA non dovrebbe essere punita per i crimini di due uomini e le loro convinzioni dovrebbero essere protette, nonostante la loro impopolarità.

“Non c’era nulla in quelle pubblicazioni o sito Web che ha sostenuto o incitato la commissione di eventuali atti illegali, tra cui omicidio o stupro”, ha detto John Roberts, direttore esecutivo del capitolo Massachusetts dell’ACLU. “Le pubblicazioni di NAMBLA sostengono i cambiamenti nelle opinioni della società sul sesso consensuale tra adulti e minori. Questa difesa è un discorso politico protetto dal primo emendamento.”

” Esortiamo il pubblico a non saltare alle conclusioni su NAMBLA sulla base delle accuse apparse sulla stampa e sulla denuncia di Curley”, ha aggiunto Roberts nella sua dichiarazione. “Esortiamo anche a considerare le conseguenze per la libertà di parola ritenendo autori, musicisti o registi responsabili di danni per crimini commessi da individui che hanno letto, sentito o visto il loro lavoro.”

Cospirazione nazionale sulla pedofilia?

Ma Lawrence Frisoli, l’avvocato che rappresenta i Curley, dice che l’ACLU “manca il punto” della causa. Frisoli sostiene che i Curley non stanno cercando di privare i leader di NAMBLA dei loro diritti a condividere le loro convinzioni. Invece, dice, stanno cercando di abbattere la struttura organizzativa che ha posto le basi per le molestie e l’omicidio di Jeffrey.

“Nessuno sostiene che non dovrebbe essere permesso loro di condividere le loro convinzioni. Questo è il loro diritto”, ha detto Frisoli, aggiungendo che la causa si sta concentrando sulle attività di NAMBLA. “I principali capi di NAMBLA furono quelli che scrissero gli opuscoli e li mandarono fuori. Sosteniamo che a causa di ciò, NAMBLA ha fatto parte di una cospirazione criminale in corso a livello nazionale per stuprare bambini, e intendiamo ritenerli responsabili.”

Frisoli afferma che gli investigatori hanno scoperto il diario di Jaynes in cui ammette di avere problemi a che fare con il desiderio di fare sesso con i bambini. Jaynes in seguito rivela che sentiva gli insegnamenti di NAMBLA convalidato i suoi sentimenti.

Oltre al diario, Frisoli dice di avere deposizioni da una ex-fidanzata e da diversi amici intimi che testimoniano che Jaynes era un maschio eterosessuale che divenne ossessionato dal fare sesso con minori solo dopo essersi unito a NAMBLA.

NAMBLA Leaders in Hiding

NAMBLA non ha rivelato se Jaynes è mai stato uno dei suoi membri. Dal momento che i Curley hanno presentato la loro causa a maggio, il gruppo non ha risposto a nessun movimento di scoperta preliminare. Frisoli si dice felice che l’ACLU rappresenti NAMBLA in modo che il caso possa andare avanti. Ha avuto difficoltà a trovare i membri del gruppo.

Tuttavia, gli avvocati dell’ACLU, citando casi della Corte Suprema degli Stati Uniti degli anni ‘ 60 che proteggevano le attività per i diritti civili di theNAACP nel Sud, affermano che cercheranno di bloccare qualsiasi tentativo dei querelanti di ottenere le liste di appartenenza di getNAMBLA o altri materiali che identificano i membri. L’ACLU fungerà anche da surrogato di NAMBLA, consentendo ai suoi membri di difendersi in tribunale rimanendo anonimi.

I pubblici ministeri hanno detto che Jaynes e Sicari hanno attirato Jeffrey Curley nella Cadillac di Jaynes con la promessa di 5 50 e una bicicletta nell’ottobre. 1, 1997. Hanno convinto due giurie che gli uomini hanno soffocato, ucciso e poi molestato il bambino dopo aver resistito alle avances sessuali e poi gli hanno riempito un contenitore pieno di cemento. Jaynes e Sicari hanno scaricato il container nel fiume Maine.

La scorsa settimana, i Curley hanno vinto una causa civile contro Jaynes e Sicari quando una giuria ha assegnato loro million 328 milioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.