Dubitinsider

for your information

Il carosello di coaching NBA è il journeyman della offseason. Anche se è spesso messo in ombra dalla free agency e dal draft, d ancora arrancare, dispiegando sottilmente le principali implicazioni per la stagione NBA. Eppure, anche se è underspoken, le assunzioni di coaching possono far oscillare le fortune di una squadra–basta chiedere ai Golden State Warriors, che sono passati da cinque semi a campione dopo aver assunto Steve Kerr. In una offseason in cui il movimento dei giocatori sarà relativamente timido, i cambiamenti di coaching di quest’anno potrebbero finire per essere le mosse più significative quando guardiamo indietro alla offseason di quest’anno. Detto questo, non tutte le assunzioni di coaching sono creati uguali. Prendiamo i nuovi allenatori assunti, e quali squadre stanno a beneficiare di più dai loro nuovi leader.

Gli Indiana Pacers assumono Nate Bjorkgen

Mentre non sono ancora sicuro che lasciare andare Nate McMillan sia stata l’idea migliore, i Pacers avrebbero potuto fare molto peggio di Bjorkgren. Anche se non ha alcuna grande esperienza in campionato come capo allenatore, Bjorkgren ha costantemente maturato esperienza NBA, incluso un periodo di due anni che assorbe le tattiche di Nick Nurse a Toronto. Abbiamo visto molti ex assistenti sbocciare in grandi allenatori-Mike Malone e Nurse stesso vengono in mente come esempi recenti. Per un franchise che non ha ottenuto alcun vero successo nei playoff in cinque anni, devi elogiare Indiana per aver rischiato piuttosto che continuare a giocare al sicuro.

Grado: A-

I Brooklyn Nets assumono Steve Nash

I Nets sembrano certamente sulla buona strada per fare notizia quest’anno, ma pochissimi si aspettavano che iniziassero prima della offseason. Portando Steve Nash come capo allenatore, Brooklyn sta seguendo il modello di Golden State di costruire una squadra-portare un allenatore saggio ma non provato di nome Steve e circondarli con assistenti più esperti. Con Mike D’Antoni che presidia la nave come assistente principale, aspettatevi che i Nets impacchettino uno dei reati più potenti della lega. Detto questo, bisogna essere preoccupati per l’identità difensiva di Brookyln. I loro migliori allenatori non sono esattamente noti per essere abili difensivi, e il loro roster ha un’evidente mancanza di solidi difensori perimetrali. Tuttavia, questo noleggio varrà il rischio, se non fosse per il solo fattore freddo.

Grado: B –

Gli Houston Rockets assumono Stephen Silas

Non lasciarti ingannare dalla mancanza di valore del nome di Silas–è in giro da molto tempo. Figlio dell’allenatore di lunga data Paul Silas, Stephen è stato assistente NBA per 20 anni per allenatori leggendari come Rick Carlisle e Don Nelson. Houston ha riferito di aver messo gli occhi su Silas dal 2016, e dato che è fresco di aiutare i Mavericks a creare uno dei grandi reati di tutti i tempi della NBA, hanno sentito il bisogno di colpire mentre il ferro era caldo. Silas certamente continuerà l’eredità di Houston come una centrale elettrica offensiva, ma come è sempre il caso con i Rockets, il loro destino si baserà sulle loro capacità difensive. In definitiva, mentre Silas meritava di intoppo un concerto di coaching testa, questo si sente come una mossa laterale al meglio per i Rockets.

Grado: B –

I New Orleans Pelicans assumono Stan Van Gundy

Il noleggio Van Gundy è una mossa affascinante per i pellicani. Stan è un allenatore di mentalità difensiva, e questa squadra ha il potenziale per bloccare regolarmente gli avversari utilizzando le dimensioni di Lonzo Ball e Willi Williamson. Accanto a difensori robusti come Jrue Holiday e Jaxson Hayes, i Pellicani avranno sicuramente il potenziale per formare muri a bizzeffe.

Tuttavia, ci si deve chiedere se Van Gundy è in testa sul lato offensivo delle cose. Non ha eseguito un grande reato dal 2010, e questa squadra pone una litania di preoccupazioni. Dovrà gestire i guai di tiro di Ball, la mancanza di smalto offensivo di Williamson e un paio di guardie invecchiate in Holiday e JJ Redick. Se Van Gundy è in grado di adattarsi alla NBA moderna e capire questi problemi, può sicuramente portare New Orleans a un posto di playoff. Tuttavia, questo è un enorme se, e non sono incredibilmente sicuro che il vecchio Van Gundy bro possa mettere insieme i pezzi.

Grado: C+

I Chicago Bulls assumono Billy Donovan

Questo è il miglior noleggio della offseason. Donovan è fresco di guidare una squadra di Oklahoma City Thunder sull’orlo del secondo turno, superando selvaggiamente le aspettative sulla sua strada. Stranamente, questa squadra può essere altrettanto talento come Thunder dello scorso anno in aggregato. Certo, non hanno nessuno di talento come Chris Paul, ma sono molto più profondi. I Thunder hanno dovuto concedere minuti significativi ad Abdel Nader e Mike Muscala, mentre i Bulls avranno la fortuna di utilizzare giocatori solidi come Otto Porter Jr.e Tomas Satoransky dalla loro panchina. Donovan eccelle anche nell’usare giovani talenti-se non sei un credente di Luguentz Dort, ricorda che Donovan è stato uno degli allenatori universitari di maggior successo di sempre all’Università della Florida. Dato che l’ottavo seme nella Eastern Conference ha storicamente avuto un record deludente, aspettatevi che i Bulls facciano una spinta ai playoff dal primo giorno.

Grado: A

I Los Angeles Clippers assumono Ty Lue

Disonorato come i Clippers sono in questo momento, sarebbero stati ancora più biasimati se avessero mantenuto Doc Rivers sul loro staff. Fortunatamente, avevano un assistente del personale che è stato dalla parte migliore di un vantaggio 3-1 soffiato. Lue è anche abituato a trattare con grandi ego–guidare un duo LeBron James/Kyrie Irving ha sicuramente richiesto la sua giusta quota di gestione della personalità. Tra una squadra che sembra mangiarsi vivo, Lue dovrà sporcarsi le mani per raddrizzare la nave a Los Angeles. Se può farlo, potrebbe essere sulla buona strada per il suo secondo campionato come capo allenatore.

Grado: B

I Philadelphia 76ers assumono Doc Rivers

Parlando di fiumi, non sono sicuro di quale magia voodoo abbia tirato fuori per essere disoccupato per meno di 24 ore. Ignorando qualunque arte oscura avrebbe potuto usare, Rivers si trova certamente in una situazione interessante a Philadelphia. Il noleggio sembra certamente aiutare Joel Embiid, come Rivers ha lavorato magia in passato con big mobili come Kevin Garnett e Blake Griffin. Tuttavia, l’enigma di Ben Simmons è l’elefante nella stanza qui. La mancanza di un jumper di Simmons richiede uno schema offensivo creativo per utilizzarlo correttamente, e non sono sicuro che Rivers abbia le braciole creative per eseguirlo. Mentre l’aura del campionato di Rivers potrebbe essere svanita, non puoi incolpare i Sixers per aver sparato.

Grado: C+

Bonus: I Cleveland Cavaliers mantengono J. B. Bickerstaff

Non completamente sicuro di ciò che i Cavaliers stavano andando per qui. Anche se Bickerstaff è un assistente capace, ha sottoperformato nei suoi due precedenti stint come capo allenatore, incluso uno con i Memphis Grizzlies, che si trovavano in una situazione molto simile agli attuali Cavs. Data la loro situazione, mi sarei aspettato che i Cavaliers corteggiassero un allenatore focalizzato sullo sviluppo come Kenny Atkinson o Lionel Hollins. Ho una teoria del perché Cleveland si sia attaccato a Bickerstaff – i benjamins. Dan Gilbert ha trascorso gli ultimi cinque anni a pagare per alcuni dei roster più costosi nella storia del basket, e ora deve soldi a due allenatori licenziati-Ty Lue e John Beilein. Piuttosto che aggiungere un nome più costoso alla lista, avrebbe potuto avere senso per Gilbert mantenere un assistente già sul libro paga dei Cavs piuttosto che drenare ulteriormente le sue tasche vuote. Bickerstaff farà in un pizzico, ma quando Cleveland vuole iniziare a vincere, si aspettano loro di guardare altrove.

Grado: D+

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.