Dubitinsider

for your information

Calze natalizie e la sua leggenda

Una calza natalizia si riferisce a una calza vuota o a forma di calzino che i bambini appendono alla vigilia di Natale nella convinzione che debba essere riempita di regali da Babbo Natale. I doni sono generalmente di piccola natura, costituito generalmente da piccoli giocattoli, chicche come caramelle e frutta, monete o altri tali elementi che sono spesso indicati come stuffers calza o riempitivi di stoccaggio. I regali più grandi sono avvolti in carte presenti e collocati vicino all’albero di Natale.

San Nicola

Si dice che la tradizione delle calze natalizie abbia avuto origine dalle azioni di un gentile uomo nobile di nome Nicola, nato nel 280 d.C., a Patara, una città della Licia, in Asia Minore. Mentre era ancora giovane, i suoi ricchi genitori morirono in un’epidemia. Vero seguace dei princìpi di Gesù Cristo, Nicola divenne sacerdote cristiano e usò tutte le sue ricchezze per aiutare i poveri, i bisognosi, i malati e i sofferenti. Ha dedicato la sua vita al servizio di Dio ed è stato nominato vescovo di Myra in giovane età. Il vescovo Nicholas divenne noto in tutto il paese per la sua gentilezza e generosità. Un vero celibe, Nicholas non si sposò mai e non ebbe figli propri. Ma amava molto i bambini e spesso faceva regali ai bambini della sua città natale. Questo è il motivo per cui divenne noto come il donatore di Myra. Un uomo ricco, ha viaggiato in tutto il paese aiutando le persone, facendo regali di denaro e altri regali. Tuttavia, Nicholas ha sempre dato i suoi doni a tarda notte, in modo che la sua identità rimanesse segreta. Non gli piaceva essere visto quando dava via i regali, così ai bambini del giorno fu detto di andare a dormire velocemente o non sarebbe venuto! Nicola fu infine nominato patrono dei bambini e dei marinai (a causa della sua preoccupazione per i marinai e le navi) e divenne noto come San Nicola.

Nel corso dei secoli sono state raccontate molte storie e leggende della vita e delle gesta di San Nicola. Un racconto popolare ci racconta di un povero contadino che viveva felicemente in un piccolo casolare a Patara, città natale di San Nicola, con la moglie e le tre figlie. Ma la loro felicità fu di breve durata quando la moglie morì improvvisamente di una malattia un giorno, lasciando il povero e le sue tre figlie nella disperazione. Tutto il peso delle faccende domestiche ora ricadeva sulle figlie mentre il loro padre arrancava con la sua vita con il cuore pesante.

Quando le figlie raggiunsero un’età da marito, il povero padre divenne ancora più depresso perché sapeva che non poteva in alcun modo sposarle con uomini buoni. A quei tempi il padre di una giovane donna doveva offrire ai futuri mariti qualcosa di valore: una dote. Senza una dote, era improbabile che le figlie di questo povero si sposassero. Il padre impotente si guardò intorno disperatamente per qualche soluzione, mentre le sue figlie hanno fatto la propria cucina, cucito e pulizia.

Nel frattempo, San Nicola era venuto a conoscenza del povero contadino e delle sue figlie. Conoscendo le condizioni finanziarie del padre, il santo gentile decise di aiutarlo. Ma voleva farlo di nascosto. Così andò a casa del contadino una notte con un sacchetto d’oro e attese che la famiglia andasse a letto prima di poter gettare la borsa attraverso la finestra aperta del cottage.

Calze di Natale

Quella notte, dopo aver finito il lavaggio per il giorno, le figlie avevano appeso le calze al camino ad asciugare. Non sapevano che il loro benefattore si nascondeva nelle vicinanze, aspettando che andassero a dormire. Un po ‘ più tardi, mentre si giravano delle lampade e si addormentavano, San Nicola in punta di piedi alla finestra del cottage e sbirciò dentro. Alla luce della luna, vide le calze delle figlie appese vicino alla sua portata. Mise con cura la sua borsa d’oro in una delle calze e se ne andò furtivamente come veniva.

Quando il padre trovò la borsa la mattina dopo e la aprì, era estasiato. C’era abbastanza oro nella calza per pagare la dote di una figlia. Gli sembrava una manna dal cielo. Chi avrebbe potuto inviarlo, si chiese. Con questo regalo tempestivo il padre è stato in grado di provvedere alla sua figlia maggiore e ha visto che si è sposata con un bel sposo.

Un’altra notte San Nicola partì con un altro sacchetto d’oro, e lo gettò con cura in un’altra calza, in modo che la seconda figlia fosse provvista.

Quando le sue figlie, eccitate, portarono la borsa al padre la mattina seguente e la aprirono, non riusciva a credere ai suoi occhi. Con questo dono il padre fu in grado di sposare anche la sua seconda figlia.

Ma a quel punto, il padre era diventato desideroso di scoprire il suo misterioso benefattore, e la notte successiva continuava a guardare. Poi, per la terza volta San Nicola è venuto con un sacchetto d’oro sulla schiena e si avvicinò alla finestra. Il vecchio signore riconobbe subito il suo concittadino. Cadde in ginocchio davanti al Vescovo gentile, gridò di gioia e gratitudine e lo ringraziò con tutto il cuore. Con le sue benedizioni di San Nicola, il povero padre fu in grado di vedere le sue tre figlie sposarsi. Ha vissuto una vita lunga e felice da allora in poi.

Ed è così che si dice che la tradizione delle calze natalizie sia iniziata nei paesi europei. Si ritiene inoltre che Babbo Natale sia in realtà un’alterazione di questo stesso San Nicola, Santa in piedi per Santo e Claus per Nicola.

Da allora i bambini hanno appeso calze natalizie o messo fuori le scarpe, aspettando con impazienza i regali di Babbo Natale. Originariamente, i bambini usavano semplicemente uno dei loro calzini quotidiani, ma con il tempo sono state create speciali calze natalizie per questo scopo. Oggi, calze natalizie di un’ampia varietà di stili e dimensioni possono essere trovate nei negozi di souvenir di tutti i paesi. Ci sono anche speciali calze di Natale disponibili sul mercato.

Nella cultura moderna, le calze natalizie sono anche un popolare mestiere fatto in casa. Alcune famiglie progettano calze uniche per ogni membro della famiglia. Molte famiglie creano le proprie calze di Natale cucendo il nome di ogni membro della famiglia alla calza in modo che Babbo Sa quale calza appartiene a quale membro della famiglia.

In alcuni paesi, il contenuto della calza natalizia è l’unico regalo che un bambino riceve a Natale da Babbo Natale. La tradizione natalizia occidentale impone che un bambino che si comporta male durante l’anno non riceverà un regalo nella calza di Natale e riceverà invece un pezzo di carbone.

In molti luoghi, la calza natalizia deve essere imbottita da un regalo che stimolerà i cinque organi sensoriali. Le celebrazioni tradizionali del Natale richiedono che la calza sia appesa alla mensola del camino. Tuttavia, poiché molte case contemporanee non hanno caminetti, le calze sono appese in quasi tutte le posizioni.

Oggi, i bambini di tutto il mondo continuano la tradizione di appendere le calze natalizie. I bambini di tutte le nazioni non vedono l’ora di Natale e quando le calze sono appese, sanno che il periodo più atteso dell’anno non è molto indietro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.