Dubitinsider

for your information

Settembre 11, 2017 | 9 commenti

Capelli in stile con una divisione centrale e trecce.
(Una lezione di ricamo di Gustave Leonard de Jonghe, 1864.)

Per le palle e altri eventi formali, le donne alla moda dei primi anni 1860 spesso sistemavano i loro capelli in stili elaborati con ciuffi artificiali, pastiglie e false trecce. Su una base giorno per giorno, però, le donne vittoriane di mezzi più moderati attaccato a stili più pratici. Questi stili includevano trecce saldamente appuntate, semplici chignon e rotoli legati in una rete per capelli o fissati con un nastro. Nel post di oggi, diamo una breve occhiata ad alcuni di questi stili, in particolare quelli che caratterizzano il mio romanzo vittoriano The Lost Letter.

All’inizio del mio romanzo, l’eroina, Sylvia Stafford, sta lavorando come governante. Non ha la cameriera di una signora per assisterla con i suoi capelli, né ha il tempo al mattino per organizzare le sue trecce in uno stile intricato. Anziché, Sylvia e altri come lei sarebbe generalmente rotolare i capelli in un semplice chignon indossato alla nuca o torcere in una bobina pianura o sezioni intrecciate di trecce.

L’edizione del luglio 1860 del Godey’s Lady’s Book descrive una semplice pettinatura composta da quattro sezioni intrecciate di trecce. Per creare questo stile, i capelli sono stati divisi prima dal ” centro della fronte alla nuca “e poi da” una divisione trasversale” fatta da orecchio a orecchio. Con i capelli in quattro sezioni equamente divise, i due lati della parte anteriore sono stati poi intrecciati indietro dalla fronte. Anche i due lati della schiena erano intrecciati, con l’inizio della treccia ” appena sopra l’orecchio.”

Un’acconciatura di trecce ben appuntate era perfetta per una governante vittoriana.
(Intrecciata Coiffure, Godey Lady Libro, luglio 1860.)

Con le quattro trecce in posizione, tutto ciò che rimaneva era fissarle insieme. Come spiega Godey:

“La treccia di peli posteriori sul lato destro viene fatta passare attraverso la nuca e l’estremità fissata da una forcina, sotto la radice della treccia sul lato sinistro. La treccia del lato sinistro dei capelli posteriori è portata intorno al lato destro e fissata nello stesso modo; e così le due trecce si incrociano nella parte posteriore del collo. Le trecce dei capelli anteriori vengono quindi portate intorno alla parte posteriore del collo, dove le estremità sono fissate sotto l’incrocio delle trecce dei capelli posteriori.”

Un’acconciatura ben intrecciata e ben appuntata potrebbe durare per tutta una giornata di lavoro. Non solo serviva a tenere i capelli fuori strada, ma anche a mantenerli puliti e in ordine. Le trecce erano generalmente discrete, specialmente quando legate vicino alla testa. Un datore di lavoro aveva meno probabilità di opporsi a loro che a gruppi di riccioli o un rotolo imbottito più alla moda (stili che potrebbero portare una governante o un compagno ad essere accusato di “mettere in onda”).

Le signore vittoriane spesso si acconciavano i capelli con semplici chignon o trecce arrotolate o intrecciate.
(Petit Courrier des Dames, 1861.)

Un semplice chignon o “panino” era un’altra opzione per la signora vittoriana di mezzi più moderati. Tutto ciò che serviva era una manciata di spilli. Per una maggiore sicurezza, il panino potrebbe essere coperto con una fine, capelli di seta netto. Durante il 1860, le reti per capelli” invisibili ” erano disponibili. Realizzate con gli stessi colori dei capelli di una donna, le retine invisibili erano un modo pratico e quotidiano per tenere i capelli vaganti in posizione senza apparire sgargianti o ostentate. Erano anche abbastanza adatti per tenere i capelli fuori strada durante gli sforzi atletici. Nella Lettera perduta, ad esempio, Sylvia indossa una rete per capelli invisibile quando va a cavallo.

Le retine per capelli erano ideali per l’equitazione e altri sport.
(Abitudine di equitazione della signora, Les Modes Parisiennes, 1860.)

Spero che quanto sopra ti abbia dato un’idea di come le donne degli anni ‘ 60 portassero i capelli ogni giorno. Per informazioni su stili più elaborati, si prega di consultare il mio articolo su Coiffures alla moda del 1863.

Mimi Matthews è l’autore di bestseller USA Today di The Matrimonial Advertisement, The Pug Who Bit Napoleon e A Victorian Lady’s Guide to Fashion and Beauty. Studia e scrive su tutti gli aspetti della storia del XIX secolo – dagli animali, arte, e galateo alla moda, bellezza, femminismo, e la legge.

Fonti

Rivista domestica inglese. Londra: S. O. Beeton, 1860.

Il libro della signora di Godey. Filadelfia: Louis A. Godey, 1860.

La rivista Casa delle signore. Filadelfia: T. S. Arthur& Co., 1859.

DISPONIBILE ORA

The Matrimonial AdvertisementParish Orphans of Devon, Book 1

England, 1859. Quando l’ex capitano dell’esercito Justin Thornhill mette un annuncio per una moglie, la misteriosa signora che appare sulla sua porta di casa non è proprio quello che si aspettava.
Per saperne di più o leggere un estratto

Ordina oggi

ebook: $3.99 / brossura: $16.99 / audiolibro: $21.99

Amazon/Barnes & Noble | Kobo | Apple/GooglePlay

Elogio per la pubblicità matrimoniale

“Per questa impressionante storia d’amore vittoriana, Matthews crea una storia che brilla di chimica e impressiona con un forte sviluppo del personaggio an un eccellente lancio della serie che piacerà ai fan di Loretta Chase e Stephanie Laurens.”- Publishers Weekly

“Matthews’ serie opener è un piacere colpevole, pieno di belle persone, damigelle in difficoltà, e l’abbondanza di testosterone…It e’ una storia ben scritta e coinvolgente che è più di una semplice storia d ” amore.”- Kirkus Reviews

” Matthews ha un talento per la creazione di chimica lenta costruzione e una trama intrigante con un tocco di storia sociale.”- Library Journal

“Una trama intrigante e un’ambientazione inquietante lasciano il lettore immerso in questo impressionante lancio della serie.”- Barnes& Noble (20 libri Indie preferiti del 2018)

“Ho assaporato ogni parola di questa meravigliosa storia d’amore storica e non volevo che finisse.”- Jane Porter, NYT e USA Today autore di bestseller

” Una storia d’amore gotica straziante…L’eroe ha il passato oscuro di Mr. Rochester e l’emozione strettamente al guinzaglio di Mr. Darcy, ma è un vero eroe romantico in ogni senso della parola. L’atmosfera storica è di prim’ordine, così come la scrittura. L’ho adorato!”- Caroline Linden, USA Today autore di bestseller

” Una storia d’amore in stile vittoriano molto piacevole sensation ho apprezzato ogni minuto di questo libro caldo e affascinante.”- KJ Charles, editore e autore nominato da RITA

© 2015-2021 Mimi Matthews

Per informazioni esclusive sulle prossime uscite di libri, omaggi e altre prelibatezze speciali, iscriviti alla newsletter di Mimi THE PENNY NOT SO DREADFUL.

Puoi anche connetterti con Mimi su Facebook e Twitter.

  • Condivisione

Categorie: 19 ° Secolo, 19 ° Secolo, la Bellezza, La perdita della Lettera, l’Inghilterra Vittoriana Tag
: Bellezza, Trecce, Coiffure, Reti per capelli, Parrucchiere, Acconciature, Trecce, La lettera perduta, Epoca vittoriana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.